Come e perchè registrare il tuo marchio.

Come e perchè registrare il tuo marchio.

Il marchio è il segno di un’impresa che permette di identificare e distinguere i prodotti o i servizi che questa fornisce da quelli delle imprese concorrenti. La definizione di cosa è un marchio è contenuta nell’art. 7 del Codice della Proprietà Industriale: “Possono costituire oggetto di registrazione come marchio d’impresa tutti i segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, in particolare le parole, compresi i nomi di persone, i disegni, le lettere, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione di esso, le combinazioni o le tonalità cromatiche, purchè siano atti a distinguere i prodotti o i servizi di un’impresa da quelli di altre imprese.” Registrare un marchio rappresenta un valore commerciale e significa proteggere la propria identità. Permette ad un’impresa di tutelare i propri investimenti e garantirsi la permanenza sul mercato, impedendo alle imprese concorrenti di poterlo utilizzare per le loro attività.
Come registrare un marchio?
Chiunque può registrare un marchio: persona fisica, giuridica, ente di diritto pubblico. I requisiti fondamentali per la registrazione di un marchio sono: la novità (un marchio non deve essere confuso con marchi di altre imprese registrati anteriormente), la capacità distintiva (un marchio deve distinguere un prodotto o servizio da quello di altri), la liceità (un marchio non deve essere contrario alla legge o trarre in inganno i consumatori relativamente alla provenienza dei prodotti o alla loro qualità). Step successivo è definire il territorio (Italia, Stato estero, Comunità Europea o livello internzionale.) in cui è necessario proteggere il marchio in base al business che si intraprenderà. Inoltre è fondamentale scegliere in maniera accurata i prodotti o servizi da tutelare. Per farlo si usa la Classificazione di Nizza: un elenco riconosciuto a livello internazionale che si compone di 45 classi totali di cui 34 relative a prodotti e 11 a servizi. Quando si registra un marchio in una classe, si vieta a terzi la registrazione di un marchio simile nella stessa classe. Al contrario è possibile registrarlo in una classe diversa. Infine, bisogna accertarsi presso l’ Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale che il vostro marchio non sia uguale o simile a qualche marchio già registrato in passato.
Dove registrare un marchio?
Dopo aver controllato che il marchio sia conforme alle prescrizioni appena elencate (vi consigliamo di verificare che il corrispondente nome di dominio o indirizzo Internet sia ancora libero), potete presentare domanda di registrazione del marchio presso gli appositi uffici della Camera di Commercio della propria città o inviare la domanda di registrazione all’ufficio Brevetti e Marchi con raccomandata andata/ritorno o telematicamente. I marchi vengono registrati presso l’ufficio Italiano Marchi e Brevetti, l’UAMI (Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno), oppure presso l’ Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI). Bisogna compilare i modelli di domanda, applicare la marca da bollo e pagare anche delle tasse. Il costo di registrazione dipende dal numero di classi prescelte e dalla validità geografica della registrazione.
Per maggiori informazioni visitate il sito Ufficio italiano brevetti e marchi (UIBM) del Ministero dello Sviluppo Economico. La Registrazione del Logo presenta comunque aspetti importanti da tenere in considerazione e controlli preliminari. Per evitare problemi affidati a professionisti del settore.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Puoi richiedere qualsiasi tipo di informazioni compilando questo modulo.
La richiesta online è puramente indicativa e in nessun modo vincolante.